Home >> News >> Area Stampa

Area Stampa

Dati antiriciclaggio: la Guardia di Finanza entra anche negli studi professionali

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 28 Luglio 2018

Anche i professionisti rientrano tra i soggetti sottoposti agli adempimenti antiriciclaggio e antiterrorismo. Pertanto, in virtù delle nuove regole che consentono all’Agenzia delle Entrate e alla Guardia di Finanza di accedere (anche ai fini fiscali) a documenti, dati, informazioni acquisiti in fase di espletamento degli obblighi di adeguata verifica della clientela, anche avvocati, notai, dottori commercialisti e consulenti del lavoro potrebbero subire un accesso della Guardia di Finanza per la ricerca e l’acquisizione di dati antiriciclaggio. Con la circolare del 9 luglio 2018, la Guardia di Finanza ha illustrato la procedura.

Wealth management e antiriciclaggio: come gestire le opere d’arte

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 25 Luglio 2018

Tra gli asset alternativi in cui investire il proprio patrimonio, il primato spetta al mercato dell’arte: in un’ottica di diversificazione del proprio portafoglio finanziario, infatti, oggi l’opera d’arte si acquista con il preciso fine speculativo dell’incremento patrimoniale. Ciò porta con sé la necessità di un’efficiente gestione del patrimonio da parte del wealth manager, ma anche una intensificazione dei controlli in capo agli operatori del mondo dell’arte. La V direttiva antiriciclaggio ha, infatti, inserito tra gli obbligati anche i soggetti che commerciano opere d’arte o che agiscono in qualità di intermediari nel commercio delle opere. Non solo. Gli obblighi si estendono, a determinate condizioni, anche a gallerie d’arte e case d’asta che esercitano tali attività.

Antiriciclaggio, comunicazioni oggettive con nuove istruzioni

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 24 Luglio 2018

L’UIF ha posto in pubblica consultazione le istruzioni in materia di comunicazioni oggettive, previste dalla normativa antiriciclaggio. Il documento ha lo scopo di definire le modalità e la periodicità dell’inoltro dei dati e delle informazioni concernenti operazioni a rischio riciclaggio e finanziamento del terrorismo. Vengono inoltre individuate, a beneficio dei destinatari, le categorie di operazioni oggetto di comunicazione e i casi in cui, invece, le comunicazioni oggettive escludono l’obbligo di segnalazione di operazione sospetta (SOS). La consultazione resterà aperta fino al 30 agosto 2018.

Antiriciclaggio: quali elementi caratterizzano l’operatività anomala

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 20 Luglio 2018

Quali sono gli alert, gli indicatori di anomalia che possono portare gli intermediari finanziari ad effettuare una segnalazione di operazione sospetta? Le varie casistiche illustrate nel Quaderno Antiriciclaggio n. 11 dell’UIF forniscono a tutti gli operatori indicazioni utili per agevolare la ricostruzione di schemi criminali, talvolta molto complessi e di non facile percezione: partendo dalla descrizione di casi concreti vengono, infatti, descritti ed approfonditi modelli operativi suscettibili di essere utilizzati a fini illeciti e formulate, laddove possibile, strategie di accertamento investigativo.

Antiriciclaggio: dal 1° luglio nuove regole per i controlli di revisori legali e società di revisione

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 27 Giugno 2018

Via libera alle disposizioni della Commissione Nazionale per le Società e la Borsa in materia antiriciclaggio. Vi si dovranno adeguare - a decorrere dal 1° luglio 2018 - i revisori legali e le società di revisione con incarichi di revisione su enti di pubblico interesse o su enti sottoposti a regime intermedio. Tra i presidi minimi che i revisori legali e le società di revisione dovranno introdurre per mitigare e gestire i rischi di riciclaggio e finanziamento del terrorismo, particolare attenzione viene posta verso l’istituzione della funzione antiriciclaggio.

Crowdfunding nel mercato dell’arte: quali potenzialità offre

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 19 Giugno 2018

Il crowdfunding sta riscuotendo sempre maggiore successo per la spinta innovativa, l’attitudine social e la capacità di rispondere, in forma snella, alle necessità di microfinanziamento di imprese che operano in settori in forte crescita. Per questo motivo non deve stupire che le potenzialità offerte da questa forma di finanziamento collettivo abbiano incontrato anche il mercato dell’arte e della cultura. Potenzialità che non sfuggono all’occhio attento dell’Unione europea che ha prospettato l’istituzione di un “passaporto europeo” per favorire lo sviluppo nell’UE di piattaforme-crowdfunding su
scala transazionale.

Pagine

Eventi

16 Maggio 2018 L'impresa legale - Controlli e risk assessment: la prevenzione del coinvolgimento giudiziale dell'impresa LTC - Legal Network, presenta il convegno "L'impresa

Vai