Home >> News >> Area Stampa

Area Stampa

Rimozione dell’inadempimento tributario: quali effetti penali?

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 15 Marzo 2018

La rimozione dell’inadempimento tributario, attuata con l’applicazione dell’istituto del ravvedimento operoso e dell’integrazione delle dichiarazioni fiscali, esplica i suoi effetti anche in ambito penale. Non va fatta alcuna distinzione relativamente alla tipologia di violazione sanata. Ciò in osservanza del divieto di disparità di trattamento. Questa la posizione espressa dall’AIDC con la Norma di comportamento n. 202.

ACE senza riserve negative per tutti

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 02 Marzo 2018

La riserva negativa per acquisto di azioni proprie riduce la quota agevolabile di patrimonio netto che opera come limite massimo alla variazione in aumento ai fini dell’ACE - aiuto alla crescita economica. Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate, in ossequio alle previsioni recate dal D.M. 3 agosto 2017, il limite massimo di incremento patrimoniale che può beneficiare dell’agevolazione ACE coincide con il valore di patrimonio netto, dal cui computo sono escluse le riserve negative per l’acquisto di azioni proprie.

Trust, GEIE e fondo patrimoniale: quando la simulazione fa scattare i controlli della Finanza

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 08 Febbraio 2018

Molto usati negli ultimi anni per una efficiente pianificazione e protezione patrimoniale familiare e societaria, il trust, il fondo patrimoniale, il patto di famiglia e il GEIE sono strumenti perfettamente leciti e previsti dalla normativa. Ma essendo diretti alla creazione di patrimoni autonomi e separati rispetto al dante causa, potrebbero prestarsi a possibili finalità fraudolente. Ed è proprio l’uso distorto che si può fare di tali strumenti a finire sotto la lente di ingrandimento della Guardia di Finanza. Quali sono gli elementi sintomatici della simulazione?

Equo compenso: maggiori tutele per i professionisti

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 07 Febbraio 2018

Più garanzie per l’equo compenso ai professionisti grazie alle previsioni contenute nella legge di Bilancio 2018, che rafforza il collegamento ai parametri ministeriali e introduce nuove - e più rigide - regole per evitare l’inserimento di clausole vessatorie nel contratto con il committente. Non possono inoltre essere stipulati accordi per eludere l’obbligo di forma scritta per gli elementi fondamentali del contratto e il riconoscimento dei rimborsi per le spese legate alla prestazione. I professionisti, infine, non potranno accettare termini di pagamento superiori a 60 giorni.

Stabile organizzazione: l’Italia si adegua al nuovo modello OCSE

Italiano

Da "Quotidiano Ipsoa" - 22 Gennaio 2018

La legge di Bilancio 2018 modifica la nozione di stabile organizzazione e adegua la normativa italiana al nuovo articolo 5 del modello OCSE, alla luce delle modifiche apportate dall’Action 7 del BEPS. In particolare vengono rivisti i casi in cui la sede fissa d’affari non può essere considerata stabile organizzazione, valorizzando il concetto di disponibilità dei beni e dei luoghi. Viene inoltre modificato il concetto di stabile organizzazione personale. Le novità potrebbero portare i gruppi multinazionali a rivedere il proprio modello di business nei vari paesi.

Il trattamento fiscale delle royalties per l'utilizzo dei beni immateriali

Italiano

A cura di Avv. G. Marzo  e Dott.ssa I. Barbieri – Loconte & Partners

Il trattamento fiscale delle royalties per l'utilizzo dei beni immateriali

LA QUESTIONE

 

Pagine

Eventi

30 Gennaio 2019 La difesa tributaria alla luce della Convenzione europea dei diritti dell'uomo: nuove tecniche redazionali degli scritti difensivi in Commissione Tributaria L'Associazione Nazionale dei Commercialisti di Napoli

Vai